Quando conosci i principi di base dell’interior design puoi trasformare qualsiasi spazio della tua casa, farlo sembrare favoloso e provare una sensazione davvero piacevole abitando un ambiente ben progettato. Chiaramente esistono dei criteri base che regnano nel mondo dell’arredamento, da rispettare religiosamente per ottenere i risultati attesi. Tali principi prescindono dal tipo di stile che hai selezionato, dal tipo di appartamento che devi arredare e dagli spazi a disposizione, configurandosi, in un certo modo, come qualcosa di universale.

Principi fondamentali da seguire per arredare casa

Equilibrio

divano samoa upper tidy
Divano Samoa – Upper Tidy

Il primo criterio da rispettare è quello dell’equilibrio. Si tratta di un concetto piuttosto generico e, per tale ragione, è difficile da inquadrare in maniera opportuna. È sufficiente sapere che per equilibrio si intende la capacità di preservare l’armonia dell’insieme, attraverso una distribuzione attenta e misurata degli oggetti nello spazio.

L’armonia dell’ambiente è necessaria e può essere garantita solo da una visione attenta e in grado di curare i dettagli senza mai svincolarsi dalla globalità dell’ambiente.

Occorre essere coerenti nella densità dell’arredo (evitare l’alternarsi di zone eccessivamente cariche di oggetti ad altre che presentano ampi spazi vuoti), all’uso dei colori (i contrasti vanno bene ma devono essere realizzati in maniera accorta e misurata, devono essere l’eccezione e non la regola), all’abbinamento dei materiali (non è obbligatorio utilizzare un solo tipo di materiale però e bene che ce ne sia uno che prevalga nettamente sugli altri e non bisogna creare un pasticcio di elementi).

Coerenza

L’altro elemento fondamentale è la coerenza, un modulo da mantenere in modo armonioso in tutta l’abitazione. Non puoi pensare di realizzare un soggiorno in stile moderno e uno studio classico, oppure di creare degli ibridi né carne né pesce che non si sappiano definire. Lo stile di fondo deve essere uno e ben determinato. Possono essere inseriti elementi di altro genere purché il tutto venga concepito con criterio e metodo.

Ritmo

camera da letto -city- caserta
Camera da letto City

Ultimo criterio imprescindibile è il ritmo. Sembra strano ma anche nella gestione degli arredi è necessario conservare un ritmo cadenzato e definito. Gli intervalli di colore e di spazi, la distribuzione dei materiali, l’equilibrio delle forme devono seguire una regolarità quasi scientifica. Ogni particolare deve essere concepito come una nota da inserire al meglio in uno spartito. È sufficiente un accordo distorto per rompere il piacere della sinfonia.

Arredamento casa: gli errori da non commettere

Un negozio di arredamento può chiaramente fornirti diversi spunti, ispirazioni, suggerimenti per la soluzione più adatta ai tuoi gusti. Alla fine però spetta a te il compito di fare le cose per il meglio. E per fare ciò ci sono degli errori che devono essere assolutamente evitati, per non incorrere nel rischio di danni irreparabili con cui fare i conti negli anni a venire.

Stile coerente

Per prima cosa, occorre selezionare uno stile unico e coerente, che bisogna scegliere in base a quello che senti più vicino ai tuoi gusti, e perseguilo con costanza. Se ti trovi in conflitto con il tuo partner, magari perché uno preferisce lo stile moderno e l’altro quello classico, non cercare un compromesso tra le due alternative. Uno dei due dovrà farsi da parte perché cercare un ibrido che soddisfi entrambi porta all’unica conseguenza di scontentare tutti e due dando vita a un appartamento “né carne né pesce”. Lo stile adottato dovrà manifestarsi in tutte le stanze. Ciò non significa che dovrai presentare identici arredi, colori e pavimenti, tuttavia l’aspetto dovrà essere coerente e in armonia in ogni ambiente.

No all’esagerazione

Un altro errore da non commettere è quello di esagerare con gli arredi. Troppi oggetti, eccesso di stickers sulle pareti, arredo pomposo e senza spazi, creano un effetto ottico di cattivo gusto e, soprattutto alla lunga, urtano l’armonia del tutto.

Poi è necessario capire quali sono le esigenze reali da soddisfare. Spesso accade che si venga attratti da particolari elementi di arredo, e la seduzione porti ad acquistare oggetti che alla luce dei fatti non hanno alcuna utilità o, peggio ancora, non si sappia collocare in alcun modo all’interno dell’appartamento. A volte si tratta di suppellettili in disaccordo con il resto dell’arredo, altre con mobili troppo ingombranti e impossibili da sistemare in modo pratico. Ciò non deve essere letto come un invito a prediligere la funzionalità sul gusto estetico, bensì che le due cose debbano avere uguale rilevanza nel momento in cui si valuta se acquistare o meno. In ciò, spesso, è decisiva la capacità di essere pazienti e di ricercare l’elemento davvero in grado di integrarsi con il resto dell’abitazione, a costo di aspettare giorni e di girare in lungo e in largo.

Compila il form, saremo a vostra disposizione per qualsiasi chiarimento

Tutti i campi sono obbligatori